PLAYLIST 2011

Articolo di Noize Crew pubblicato il 21/12/2011
 

Fine anno, tempo di playlist! E’ una tradizione a cui non si può sfuggire ed è un pò come guardare la vigilia di Natale per l’ennesima volta “Una Poltrona Per Due” su Italia1: scontato ma irrinunciabile! Quindi ecco a voi in tutto il suo splendore la Top 10 redazionale per questo 2011!

PLAYLIST NOIZE ITALIA 2011 TOP TEN

01. Machine Head – Unto The Locust 

 

02. Foo Fighters – Wasting Light 

 

03. Limp Bizkit – Gold Cobra

 

04. Staind – Staind 

 

05. Times Of Grace – The Hymn Of A Broken Man 

 

06. Graveyard – Hisingen Blues 

 

07. Mastodon – The Hunter 

 

08. Black Tusk – Set The Dial 

 

09. Trivium – In Waves 

 

10. Korn – The Path Of Totality

 

 

Spazio ora alle playlist “singole” della redattori di Noize, al contrario per creare suspance…

 
PLAYLIST MEMBRI STAFF

DAVIDE PERLETTI

TOP 10

10. Mastodon – “The Hunter”
L’album più immediato e diretto del combo di Atlanta

09. Black Stone Cherry – “Between The Devil & The Deep Blue Sea”
Hard rock venato di southern che arriva dritto al cuore

08. Sixx a.m. – “This is Gonna Hurt”
Dreaming L.A. sky!

07. The Handshake Affair – “I Am Everywhere”
La miglior band metalcore&affini in circolazione, ed è unsigned…

06. Sublime With Rome – “Yours Truly”
Ritorno rischioso ma vincente!

05. Heights – “Dead Ends”
I migliori esponenti della scena hardcore “progressiva” provenienti dall’Uk

04. Black Tusk – “Set The Dial”
Tamarro e senza pretese, il disco redneck del 2011

03. Crosses – Ep
Un sogno ad occhi aperti

02. Foo Fighters – “Wasting Lights”
Un altro album che diventerà un classico per D. Grohl e soci

01. Machine Head – “Unto the Locust”
La locusta vince, stravince e convince

TOP ITA

03. Tasters – “Reckless ’till the End”
02. The Sinatra’s – “The Sinatra’s”
01. Detroit – “Escape Artists”

TOP LIVE

03. Living Dead Light – Romagnano Sesia
Se non diventano enormi…
02. BIG4 – Rho
Metallica e reparto geriatrico metal
01. Machine Head – Milano
Vittoria per imbarazzante superiorità

SORPRESA

Collapse the Control – “Thrones Ep”

SCHIFEZZA

Earth Crisis – Neutralize The Threat

Miglior Film Visto

Piranha 3D

Peggior Film Visto

Dal Tramonto all’Alba 3

Una cosa da ricordare del 2011

Noizefest e tatuaggio. Ah, ho finito di pagare la macchina.

 

SARO MANZONI

TOP 10

10. Caparezza – Il Sogno Eretico
Solita dose di divertimento e testi critici. Il rapper pugliese non delude.

09. Korn – The Path Of Totality
Sicuramente l’album più controverso dei Korn. Ottima idea, mediocre realizzazione.

08. DevilDriver – Beast
Dez Fafara e soci più incazzati che mai. Potente.

07. Emmure – Speaker Of The Dead
La violenza deathcore incontra il groove nu metal. Sempre più tamarri.

06. Hollywood Undead – American Tragedy
Piacevole disco per la crew rap-rock di Los Angeles. Tamarro ed orecchiabile.

05. Radiohead – The King Of Limbs
Particolare e minimalista, ma nettamente inferiore ai capolavori della band inglese.

04. Salmo – The Island Chainsaw Massacre
Ottimo esordio per questo rapper di estrazione metallara che ama giocare con drum ‘n’ bass e il punk!

03. Foo Fighters – Wasting Light
Un album dall’elevata carica rock. Dave Grohl e soci hanno dato il meglio di sè.

02. Staind – Staind
L’album che volevo sentire dagli Staind. Rabbioso e sofferente.

01. Limp Bizkit – Gold Cobra
E’ l’album che ho aspettato di più in questi anni. Grandissimi come sempre!

TOP ITA

03. Screaming Monkeys – Earthquake Ep
St. Anger rifatto da Bon Jovi :)

02. Caparezza – Il Sogno Eretico
Migliore album rap italiano mainstream, altro che Marracash…

01. Salmo – The Island Chainsaw Massacre
Era dai tempi di Verano Zombie che non ascoltavo un album rap così potente e fresco. Dategli un ascolto anche se non vi piace il genere!

Sorpresa dell’anno

††† – EP †
Sorprendente side project per Chino Moreno, molto meglio dei Team Sleep.

Schifezza dell’anno

Incubus – If Not Now, When?
Semplicemente palloso.

Miglior film dell’anno

Il Cigno Nero (D. Aronofsky)

Peggior film dell’anno

Un Perfetto Gentiluomo (S. Berman)

Da ricordare

La bestemmia a Forum :)

 

BEPPE BIANCHI

Annata buona, dove, in un certo senso, ho riscoperto sonorità un po’ più classiche e giovanili. Proprio per questo motivo ho deciso di premiare i dischi che mi hanno sorpreso ed accompagnato durante l’anno.

TOP 10

01. Foo Fighters – Wasting Light
Non sono un loro grandissimo fans, ma a questo giro il disco di Dave mi ha convinto e colpito. In rotazione dalla sua uscita, quindi, per me, top 2011.

02. Staind – Staind
Li avevo abbandonati anni fa, quando erano diventati una band troppo lontana da Break The Cycle. Invece ora, nel 2011, gli Staind mi hanno sorpreso con un disco cattivo e melodico, come i primi due. Ben tornati.

03. Times Of Grace – The Hymn Of A Broken Man
Aspettavo da anni il ritorno della coppia Leach/Dutkiewicz, precisamente da Alive Or Just Breathing e non mi hanno deluso. Un grande disco di grande metalcore, ma non solo.

04. Machine Head – Unto The Locust
Livello altissimo per il ritorno dei MH, che dopo The Blackening si confermano una top band che si avvicina sempre di più all’olimpo del metal. Era un disco da podio, ma preferisco premiare gli altri tre lavori.

05. Adele – 21
Ok, sparate pure. So che non ha molto senso questo disco in questa classifica, ma la ragazza ha una grande voce e tutto il disco si lascia ascoltare alla grande.

06. Emmure – Speaker Of The Dead
Cafoni, rozzi e per certi versi banali. Ma alla fine per tutto l’anno cinque o sei canzoni loro hanno fatto capolino nei miei ascolti. Quindi…

07. Unearth – Darkness In The Light
Per alcuni hanno fatto il “compitino”, per me hanno sfoderato un buon disco, l’ennesimo, sempre a cavallo tra hardcore e metal classico. Condito anche da una buonissima produzione.

08. August Burns Red – Leveler
Forse non è il miglior disco della band, ma alla fine anche Leveler è un disco “sopra la media” per il genere, con dei pezzi veramente notevoli. Conferma.

09. Suicide Silence – The Black Crown
Mitch Lurker e soci sembrano sempre pronti a fallire con il nuovo disco, invece, anche questa volta, tirano fuori un disco di buon livello. Alla faccia di chi ci vuole male.

10. Caparezza – Il Sogno Eretico
Anche in questo caso usciamo dai territori prettamente Noiziani, però questo disco mi ha colpito e mi ha convinto, sia per la cattiveria dei testi che per le idee musicali. Bravo Caparezza.

Top Italia


Annata buona per le uscite nostrane, con tante band che hanno prodotto cd di ottimo livello. Per non scontentare nessuno, mi prendo la libertà di segnalarne solo le due uscite che mi hanno colpito di più.

01 Stigma – The Undertaker EP
Ok che si tratta di un EP ma a mio avviso è notevole. Certezza internazionale made in italy.

02 Arythmia – Awake
Tra nu metal, rock, metalcore ed hardcore, from Sardegna! Band di livello.

Top Live

Due conferme di grandissimo livello nei grandi eventi. Una conferma al chiuso, ed una terza posizione un pò romantica, ma che ci sta tutta.

01 Big 4 @Arena di Rho – Rho 06/07/2011
Concerto storico grazie alle performance di Slayer e Metallica, due band ancora oggi da 10 quando si parla di live. Il top nel metal di ieri, di oggi e probabilmente di sempre.

02 Dillinger Escape Plane @Rock Planet – Pinarella 10/08/2011
La miglior live band al mondo in un club. Anche la più pericolosa. Se non li avete visti non avete visto niente.

03 Destrage (Noize Fest Day 1) @Jack Bikers – Vigevano 07/07/2011
Chiudo il podio con la prima serata in cui abbiamo celebrato i dieci anni di Noize. Tanta gente ed una grande band sul palco.

Sorpresa:

Adele.
Ok, siamo fuori contesto, la ragazza non è rock, non è figa ed è pure un po’ sfigata, però sto disco spacca e la sua voce mi ha colpito.

Schifezza:

Annotation Of An Autopsy – Dark Days
Non che mi aspettassi qualcosa di grande da questa band, da sempre interessata a seguire solo le mode del momento, ma questo EP è una schifezza senza senso, un’accozzaglia di pezzi fatti solo per cavalcare il genere del momento e le idee…di altre band.

Miglior Film Visto

Warrior

Peggior Film Visto

Lanterna verde

Una cosa da ricordare del 2011

La nascita di mio nipote

 

FABRIZIO MANGHI

TOP 10

10.Nightwish – Imaginaerum
Mi devo ancora capacitare di ciò…ma adoro le cose esagerate per il semplice gusto di farle! Questo disco rientra nella categoria alla perfezione.

09.Moby – Destroyed
Disco notturno per eccellenza di quest’anno.

08.Backjumper – White, Black And The Lies Between
Potente e vario, ascoltato a ripetizione.

07.Decapitated – Carnival Is Forever
Bentornati.

06.Darkest Hour – The Human Romance
Che siano riusciti a farsi notare davvero stavolta? Forse ancora no, non vanno di moda e non sono modaioli.

05.Trivium – In Waves
Hanno forse trovato definitivamente la loro strada.

04.The Nosebleed Connection – Nosebleeders
Un’altra clamorosa picconata nei denti made in Rome.

03.Unearth – Darkness In The Light
Una spanna sopra la concorrenza.

02.Chrome Division – 3rd Round Knockout
Già un evergreen.

01.Machine Head – Unto The Locust
C’è bisogono di spiegare perchè???

TOP ITALIA

03.Montezuma – Di Nuovo lontano
Ipnotico.

02.Ritual Of Rebirth – Of Tides And Desert
Join the ritual.

01.Vesper – Possession Of Evil Will
Alcool e marciume a fiumi.

TOP LIVE:


Metallica, Rho – 6.7.2011
Slayer, Rho – 6.7.2011
Machine Head, Alcatraz – 13.11.2011

SORPRESA DELL’ANNO:

Chrome Division ovviamente

SCHIFEZZA DELL’ANNO:

tante, il cattivo gusto non ha mai limiti

MIGLIOR FILM: Red

PEGGIOR FILM: Priest

UNA COSA DA RICORDARE DEL 2011:

Napoli 1 – Parma 2, sto ancora godendo!!

 

DANIELE GATTI

TOP 10

10. George Thorogood and the Destroyers – 2120 Michigan Avenue
Lo zio che tutti vorremmo avere: motociclista, dall’alito alcoolico, “bad to the bone” e con una cantina piena di chitarre e vinili. È il 2011 ed un ennesimo giro di cover blues ripassate attraverso la lezione degli Stones funziona ancora bene. Parecchio bene.

09. Chimaira – The age of hell
Forse l’ultimo miglio della band prima di uno scioglimento che pare inevitabile. Nella speranza di un redivivo colpo di coda, Mark Hunter avrà comunque lasciato un testamento solido, una specie di raccolta di auto-cover dei pezzi migliori cambiati quel tanto che basta per non farsi sgamare e passarli per nuovi.

08. Arbouretum – The gathering
Tra folk e viaggi lisergici. Parte come fosse una raccolta di outtakes venuti fuori non si sa come dalla Seattle di inizio anni novanta per poi deflagrare in un tripudio di chitarre acidissime, quando meno te lo aspetti. Dov’è lo sciamano quando serve?

07. White Lies – Ritual
Ai primi ascolti nettamente inferiore rispetto al predecessore, troppo smaccatamente rifugiato nell’ombra di Unknown Pleasures, parrebbe. Con il passare dei giorni, però, acquista una profondità che forse al debut mancava. Di questo passo il terzo sarà un capolavoro (o una cagata).

06. Staind – Staind
Prima nu metal depresso e incazzato. Poi post-grunge depresso e malinconico. Messi da parte i soldi per la pensione con i singoli di Break The Cycle e le velleità di primadonna di Lewis col disco solista, toh: il disco migliore della carriera. Incazzato e malinconico, che al “depresso” non ci crede più nessuno.

05. Korn – The path of Totality
In mezzo alla top così nessuno negli anni a venire avrà da ridire. Bello, brutto, boh. L’intera operazione è talmente assurda che un giudizio decisivo non arriverà mai, tipo St.Anger.

04. Red Fang – Murder the Mountains
Furbetti, i Red Fang. Un po catchy come I QOTSA dei bei tempi, un po’ heavy per piacere anche alle frange sludge/doom, un po’ hardcore per attirare l’attenzione anche di chi non è del giro.
Fosse venuto fuori un disco brutto pazienza, ma questo fa godere di brutto quindi complimenti.

03. Subsonica – Eden
A furia di mangiare merda propinata dalla critica vendendo comunque quintali di dischi, dopo Microchip Emozionale, ecco qua i Subsonica adulti che non si perdono in orpelli e riprendono proprio da lì. Pop, rock, elettronica, ritornelli da perderci la voce ai concerti.

02. Forgotten Tomb – Under Saturn Retrograde
E in fin dei conti nel bene o nel male Herr Morbid e soci quando battono un colpo si fanno sentire. Smaltita la voglia di mettere insieme troppe influenze estranee col lavoro precedente, qui si passa dai classici Shining/Katatonia ad Alice in Chains, Type 0 Negative e Joy Division, col fil rouge del piglio suicida di sempre.

01. Graveyard – Hisingen Blues
Anni Settanta e basta.

3 dischi italiani

Forgotten Tomb
Subsonica
Within your pain

3 live

White Lies @ Estragon, Bologna: forse il concerto dalla resa acustica migliore mai visto, tutto bilanciato alla perfezione. E si era in un capannone industriale. Misteri della fede.
Wolfmother @ Live, Trezzo: una nuova, piccola Woodstock postmoderna. Cover di Who e Doors sul palco / appena fuori panino e birra in mezzo ai fiumiciattoli di fango.
Rival Sons @ Corallo, Scandiano: perché è l’ultimo in ordine di tempo prima della presente top 2011 e non ho tempo per ballottaggi (Ulver, Roadburn, Decennale di Noize, Wake up Salso…)

Sorpresa dell’anno

Korn – the path of totality

Schifezza dell’anno

Korn – the path of totality

Miglior film

Drive di N.W. Refn (così vale anche per la personale “soundtrack dell’anno 2011”)

Peggior Film

In the market di L.Lombardi (e piange il cuore trattandosi di tentativo di horror nostrano)

Cosa da ricordare del 2011

Il black humour del blog Spinoza. “Stay hungry, stay skinny” una delle tante perle capace di scatenare risate fragorose ed un attimo dopo profonda vergogna per averlo fatto.

 

LUCA ALBANESE

TOP 10

10) Graveyard – Hisingen Blues
nell’anno in cui il vintage è sinonimo di moda, gli svedesi tirano fuori un gioiellino di rock seventies di altissimo livello.

9) Staind – Staind
il ritorno ai massimi livelli della band di Aaron Lewis. Mettono da parte l’eccessiva tristezza per tornare aggressivi. Bentornati.

8) Black Stone Cherry – Between The Devil And The Deep Blue Sea
terzo disco e terza prova convincente per questi redneck, ormai prossimi a diventare la next big thing del rock da classifica.

7) Times Of Grace – The Hymn Of A Broken Man
come se Adam e Jesse avessero sempre lavorato assieme. Un bignami per ogni buon metalcorer.

6) Dropkick Murphys – Going out in style
la definitiva svolta verso il folk roc k afferma definitivamente i bostoniani. Con la pregiata partecipazione del Boss.

5) August Burns Red – Leveler
una delle poche band in campo metalcore a sapersi distinguere dalla massa. Mai banali, tecnici ed immediati.

4) Limp Bizkit – Gold Cobra
il disco che gli amanti del nu-metal più tamarro po ssibile aspettavano da anni e anni. Speriamo solo non sia un episodio isolato.

3) Trivium – In Waves
quelli che un tempo erano giovani di belle speranze, ormai sono una band di riferimento nel panorama metal mondiale. Che vi piaccia oppure no.

2) Foo Fighters – Wasting Light
Dave Grohl non sbaglia un colpo e ci tiene a dimostrarlo. Sarebbe sicuramente stato disco dell’anno se non fosse uscito…

1) Machine Head – Unto The Locust
l’ennesima dimostrazione di grandezza di una band che in carriera non ha (quasi) mai sbagliato un colpo. E che, in particolare, da tre album a questa parte è in uno stato di grazia impressionante.

Sorpresa dell’anno:

Stray From The Path.
Una ventata di freschezza nel mondo del l’hardcore. Un cd, il loro ultimo edito, in grado di devastarvi cervello e orecchie in pochi minuti.

Schifezza dell’anno:

Incubus.
Che è successo a quella band che sapeva coniugare alla grande chitarre nu-metal, beat elettronici, basi scratchate e un cantato melodico di altissimo livello? Solo l’ultima parte è rimasta, il resto è missing in action.

Live:


1) Big4: il concerto della vita, con una prestazione dei Metallica da lacrime.
2) Machine Head: l’esaltazione di quanto espresso nell’ultimo splendido disco. D
i contorno, Devildriver e Darkest Hour sempre divertenti.
3) Alter Bridge + Black Stone Cherry: altra grande perfomance di una band ormai
con pochi eguali nel panorama rock mondiali, accompagnati da un’altra band che c
erca di arrivare nel gotha nel più breve tempo possibile.

Miglior Film:

Warrior. Banale quanto si vuole, ma era da tempo che una storia del genere non mi emozionava così tanto dall’inizio alla fine della pellicola.

Peggior Film:

Real Steel. Come si faccia anche solo a concepire una storia del genere è una cosa al di fuori della mia comprensione.

Una cosa da ricordare nel 2011:

Ovviamente, la caduta del governo Berlusconi. Sperando in qualcosa di meglio per il futuro.

 

LUCA MARCHETTI

TOP 10

10. Machine Head – Unto The Locust
Distruttivo.

09. Mustard Pimp – No Title or Purpose
Tremendamente truzzo.

08. The Interbeing – Edge Of Obscure
Orgoglio europeo, oscuro e dall’alto impatto sonoro.

07. Hollywood Undead – American Tragedy
Disco easy dal facile e piacevole ascolto

06. Korn – The Path Of Totality
Un ritorno fantastico, finalmente un bel disco dei korn dopo tanto

05. Periphery – Icarus Ep
Dei del Djent. Che dir di più?

04. Circles – The Compass
Prendete 2/3 di melodia, 1/3 di elettronica, un cucchiaino di prog e mischiate tutto con violenza, otterrete una forma circolare.

03. Iwrestledabearonce – Ruining It For Everybody
Violenza e melodia di pari passo, arroganti e matti fino al buco del culo.

02. Limp Bizkit – Gold Cobra
Disco dell’anno se non fosse per la perfezione del disco di Gaga. spacconi e strafottenti più che mai.

01. Lady Gaga – Born This Way
Brutta come la morte ma con una voce e dei suoni impeccabili, 17 hit punto e basta.

SCOPERTA

The Interbeing – Edge Of The Obscure

DELUSIONE

Opeth – Heritage

LIVE

1 RICHIE HAWTIN @ TENAX NEW YEAR’S EVE
2 SYSTEM OF A DOWN @ RHO

ITALIANI

03.Caparezza – Il Sogno Eretico
02.Salmo – The Island Chainsaw Massacre
01.Screaming Monkeys – Earthquake Ep

MIGLIOR FILM VISTO

I Mercenari (THE EXPENDABLES) Assolutamente

PEGGIOR FILM VISTO

Qualunquemente di A. Albanese

COSA DA RICORDARE DEL 2011

PARENTAL ADVISORY THIS CONTENT IS RATED R TO ALL AUDIENCE.

 

NICCOLO’ CAVICCHI

Top 10

10. Touchè Amorè – Parting The Sea Between The Brightness And Me
Un connubio perfetto tra hardcore stile Deathwish e sentori post alla At The Drive-In.

09. All Pigs Must Die – God Is War
All-star band che comprende, tra gli altri, Ben Koller (Converge) alle pelli e Kevin Baker (The Hope Conspiracy) dietro al microfono.

08. As Blood Runs Black – Instinct
Deathcore tecnico di ottima fattura: zero originalità, tanto divertimento!

07. August Burns Red – Leveler
Flamencore!

06. Bury Your Dead – Mosh’n'Roll
Il gradito ritorno del former vocalist Mat Bruso, per un disco che non lascia dubbi sin dal titolo.

05. The Black Dahlia Murder – Ritual
“Moonlight Equilibrium” è stata la hit dell’estate.

04. Black Tusk – Set The Dial
Heavy Metal monolitico, con influenze Sludge, Hardcore e persino Thrash. Qualcuno lo chiama “Progressive Sludge” (?!?), loro amano definirsi “Swamp Metal” (metal paludoso). Il risultato finale è un mammuth in corsa che abbatte a testate i megaliti di Stonehenge. Set the dial to your doom!

03. Thrice – Major/Minor
Ennesimo gioiellino del combo californiano, una band che si è sempre rimessa in discussione ad ogni nuova uscita e non ha mai sbagliato un colpo. In questo disco emergono influenze più tipicamente rock, ma io personalmente ci ho trovato anche una qualche reminescenza post metal che richiama i mai troppo blasonati Pelican; probabilmente sarà il capitolo conclusivo della saga Thrice (hanno annunciato una pausa a tempo indeterminato da pochi giorni), motivo in più per correre a comprarlo e divorarlo!

02. Mastodon – The Hunter
Li preferivo quando facevano hardcore metal spaccaossa, ma anche in chiave psichedelic-allucinato fanno la loro straporca figura.

01. Times Of Grace – The Hymn Of A Broken Man
Un’altro gradito ritorno, quello di Jesse Leach, che ha prestato la sua voce per i primi due capitoli Killswitch Engage, affiancato dal cicerone del metalcore Adam Dutkiewicz. Metalcore vecchia scuola con sporadici accenni post-metal di scuola Neurosis (il monicker è volutamente un omaggio).

- 3 dischi italiani


03. Fleshgod Apocalypse – Agony
Tra le fila del Summer Slaughter nordamericano quest’estate e tuttora in giro insieme ai Decapitated. Quando hai talento non puoi che sfondare all’estero, sicuramente il Belpaese non te lo riconoscerà.
02. Dine In Hell – Orphans
Metalcore melodico di scuola For The Fallen Dreams, Heart In Hand. Sono spesso in giro a suonare, non perdete questa occasione!
01. Lacrisi – Paura A Colazione
Visti varie volte nel corso dell’anno, mai stato deluso. Registrato e mixato da Mr. Kurt Ballou from Converge.

- 3 live


03. Suicidal Tendencies + Insanity Alert, 17-08-11 Festa Radio Onda d’Urto
02. Mastodon @ Sonisphere, 25-06-11
01. Converge + The Secret, 11-06-11 Latte+

- Sorpresa dell’anno

In Flames – Sounds Of A Playground Fading
Nonostante sia ad un livello infinitamente più basso del predecessore “A Sense Of Purpose”, un piccolo miracolo che con ogni probabilità sarà l’ultimo vero capolavoro nella copiosa discografia IF, questo “Sounds Of A Playground Fading” è la dichiarazione d’intenti di tagliare finalmente i ponti col passato recente, quello fatto di industrial e nu-metal fatti da cani: canzoni come “The Puzzle” o “Enter Tragedy” non lasciano prigionieri.

- Schifezza dell’anno

The Misfits – The Devil’s Rain
Per favore, abbiate rispetto per quello che siete stati e che avete rappresentato per i vostri fan, mettete fine a questa ridicola pagliacciata.

- Miglior Film Visto

X-Men – L’inizio
Un particolare allineamento dei pianeti ha fatto si che per una volta un film tratto da una serie a fumetti (LA serie, aggiungerei) potesse avere una trama ben strutturata, convincente ed il più possibile fedele all’originale storia cartacea e dei dialoghi ragionati (non il classico “hey baby, ti spacco il culo!”), uniti ad una moderata dose di scazzottate e ad effetti speciali da urlo.

- Peggior Film Visto

Vasco Rossi – Questa Storia Qua
Non è tanto il film in sé, più che altro è il soggetto…

- Una cosa da ricordare del 2011

Il concerto dei Converge a Brescia, 11 giugno.

 

DAVIDE RATTI

TOP 10

10.Wolves In The Throne Room – Celestial Lineage
tetri e cavernosi, alla fine mi hanno convinto
9. Premonition 13 – 13
attitudine a fiumi
8. Heights – Dead Ends
gran disco per una band attualmente tra le migliori del suo genere
7. Crowbar – Sever The Wicked Hand
si sono ripuliti, ma non hanno perso il tocco magico
6. Yob – Atma
un’altra perla da queste vere e proprie leggende dello sludge
5. Grails – Deep Politics
atmosfere da pelle d’oca
4. Mastodon – The Hunter
band di classe superiore
3. Machine Head – Unto The Locust
garanzia di successo, un altro colpo andato a segno
2. Graveyard – Hisingen Blues
ritorno al futuro, back to the ’70
1. Foo Fighters – Wasting Light
l’album migliore della loro carriera

TOP ITA


3. The Sinatra’s – s/t
2. Zippo – Maktub
1. Dead Elephant – Thanatology

TOP LIVE


3. Machine Head
devastanti, sempre ed in ogni luogo
2. Big4
i Metallica si confermano una delle migliori live band del pianeta
1. Fu Manchu
tutti gli altri possono solo mangiare la polvere

SORPRESA DELL’ANNO

Grails – Deep Politics

SCHIFEZZA DELL’ANNO

Karma To Burn – V

PEGGIOR FILM VISTO

1921 – Il mistero di Rookford

UNA COSA DA RICORDARE DEL 2011
 

I Cathedral annunciano il loro ritiro dalle scene

 

 ALESSANDRO ZOPPO

TOP 10

10. KAMNI – Atmospheric Tribal Oriental Meditation
Putin si è dato al doom psichedelico
09. YOB – Atma
La classe non è acqua, caro il mio coglionazzo!
08. CAUSA SUI – Pewt’r Sessions I
La psichedelia dolce come il burro danese
07. TIA CARRERA – Cosmic Priestess
Attacca la spina che si vola, ovvero l’acid rock al potere
06. CONTEMPORARY NOISE SEXTET – Ghostwriter’s Joke
Cinematic music for cinematic people
05. PONTIAK – Comecrudos
Svegliati, c’è Morricone nel deserto
04. ALEXANDER TUCKER – Dorwytch
La delicatezza del folk e i ceffoni dell’experimental music: magico
03. SIX ORGANS OF ADMITTANCE – Asleep on the Floodplain
Le nuove meraviglie di Ben Chasny, il centauro metà uomo e metà chitarra
02. GRAILS – Deep Politics
Cinematic music for psychedelic people
01. EARTH – Angels of Darkness, Demons of Light I
Il vortice del tempo sciolto in linee di chitarra abissali: epico e commovente

TOP ITA

03. EX – Abuse
02. CANNIBAL MOVIE – Avorio
01. ANUSEYE – Anuseye

TOP LIVE

03. Six Organs of Admittance – Init Club, Roma (24/05/2011)
Sembrano in cinquanta a suonare, guardi il palco e c’è un omino seduto
02. Earth – Init Club, Roma (27/04/2011)
Ipnotizzati da uno stregone chiamato Dylan Carlson
01. Roadburn Festival 2011 – 013 + Midi Theatre, Tilburg (14-17/04/2011)
Quattro giorni di metal sperimentale, retro rock, stoner, psych, sludge e doom: cazzo te ne fai di un Lucano?

SORPRESA

FELIPE ARCAZAS – Induction to the Subconscious + Aeolian Processes

SCHIFEZZA

KARMA TO BURN – V

Miglior Film Visto

Le Havre (Aki Kaurismäki)

Peggior Film Visto

Hobo with a Shotgun (Jason Eisener)

Una cosa da ricordare del 2011

Quando inizia il 2012, per farci spazzare via meglio 

Commenta l'articolo:

Switch to our mobile site